Red Dead Redemption

March 20, 2011 at 1:18 pm (Giochi News)

Stanche di gironzolare per le affollate strade di Liberty City? Avete già rubato ogni tipo di autovettura? Avete spacciato tutto quello che potevate spacciare? Siete diventati i re del criminedella città? Bene, perché Rockstar ha appena deciso di portare nuovo pane per i vostri denti!
Un altro GTA? No, meglio! Preparatevi a rubare cavalli, assaltare treni, duellare a suon di revolver e a tanta, tanta polvere! Una Morte Rossa Redenzione vi attende nel far west di Rockstar che è pronto a regalarvi tanto divertimento in stile spaghetti western!

WILD WILD WEST

John Marston, noto cowboy di una spietata gang criminale, viene tradito dai suoi compagni e lasciato a morire in una strada polverosa del deserto, ma mentre gli avvoltoi pregustavano già la sua carcassa, un carro con una donna bionda e un uomo soccorrono John portandolo alla fattoria dei McFarlne. Al suo risveglio il nostro cowboy scopre di essere stato salvato da Bonnie, figlia delproprietario della fattoria, che dopo averlo rimesso in sesto gli chiederà di svolgere qualche commissione come la ronda notturna nel ranch, occuparsi della mandria e infine gli insegnerà ad usare il lazzo per prendere i cavalli selvaggi. Durante i suoi lavori, John farà la conoscenza dello Sceriffo di Armadillo, un uomo rude e duro ma fedele alla legge e delle banda dei fratelli Bollard, spietati banditi che tormenterà continuamente il ranch di Bonnie arrivando addirittura a bruciare la stalla con tutti i cavalli che fortunatamente John farà scappare.
Le angherie dei Bollard si faranno sempre più pesanti finche un giorno, uno scagnozzo della loro cricca, non avvertirà lo Sceriffo e il padre di Bonnie, che sua figlia è stata rapita e che se non viene liberato uno dei suoi compari tenuto nella prigione dallo Sceriffo, la bella Bonnie sarà usata dai banditi per sfogare i loro istinti.
Lo Sceriffo e John partono alla carica per riportare Bonnie al padre e irrompono nel covo dei banditi proprio durante l’impiccagione della ragazza, che grazie a John verrà salvata dall’impiccagione e riportata al ranch per essere curata.
Pian piano che la trama si infittisce si scoprirà che John è stato mandato dal governo federale per catturare uno dei suoi vecchi compari, che ora è diventato uno dei fuorilegge più potenti della zona.
Questa è solo la prima parte della storia del gioco che si sviluppa esattamente come in GTA e cioè portando avanti le missioni principali potremo avere aggiornamenti sulla storia del gioco, portando a termine invece le sottomissioni, come i lavori per gli sconosciuti, potremmo conoscere dettagli riguardanti la precedente vita da bandito di John dove ne ha combinate davvero di tutti i colori.
Il linguaggio e il modo duro e crudo in cui la storia e il west stesso vengono raccontati in questo videogioco è davvero entusiasmante e porta il giocatore a vivere uno spaghetti western per eccellenza dove l’unica cosa mancante sembra essere Clint Eastwood.

La trama, a differenza di GTA dove scorreva a senso unico e cioè verso azioni criminali, può quiinvece essere interpretata dal giocatore, nel senso che sarà proprio il giocatore stesso a decidere se intraprendere la via del fuorilegge o quella dell’uomo onesto e puro che, presa visione dei suoi peccati, ha finalmente deciso di cambiare.
Questo fattore di scelta non potrà che far felici i giocatori che potranno accrescere o diminuire la propria fama.

Sul fronte ambientazione Rockstar ha saputo creare un vero e proprio paesaggio vivente dove animali e personaggi vivono in simbiosi: volendo fare qualche esempio ci capiterà di vedere alcuni esseri umani essere attaccati dai Coyote, oppure altri fuggire alla presenza di una puzzola, ma gli animali non sono solo nemici, il cavallo sarà il nostro mezzo di trasporto più fidato ( visto che spesso i treni e le diligenze verranno assaltati dai banditi ) anche gli avvoltoi potranno essere utili aiutandoci a capire che in quella zona vi è qualcuno in difficoltà, mentre invece nelle città i cani ci aiuteranno a tenere a bada i ladri di bestiame, insomma la fauna di Red Dead Redemption è più viva che mai donando all’ambiente di gioco un aspetto reale. Oltre all’ottima realizzazione grafica delle ambientazioni, e bello notare come Rockstar abbia impostato la vita delle città che, in continuo movimento, ci mostrano lo svilupparsi della vita di tutti i giorni nel vecchi west fatta di duro lavoro e di tanto sudore sulla fronte.

In città potremo trovare molte cose come i minigiochi nel Saloon ( Poker, BlackJack, Dadi Bugiardi ecc…), i minigiochi all’aperto come il lancio del ferro, in cui dovremmo lanciare dei ferri di cavallo cercando di centrare o avvicinarci il più possibile ad un asta oppure il gioco del coltello nel quale, attraverso una combinazione di tasti, dovremo farci passare il coltello tra le dita senza ferirci.
L’utilità delle città non finisce qui, infatti, oltre ai punti di svago citati precedentemente, ci offrirà un armeria, una farmacia, un droghiere e un sarto, tutti luoghi dove potremo comprare oggetti utili all’avventura. In città è anche possibile comprare dei luoghi di ristoro in cui potrete salvare la partita ( un po’ come succedeva in GTA comprando nuova abitazioni ).

Questo titolo è vivo in ogni suo angolo di gameplay, non mancheranno infatti personaggi che vi sfideranno a duello nel bel mezzo delle strade della città o personaggi chiamati Sconosciuti,sparsi per la mappa di gioco, che vi chiederanno di portare a termine delle missioni secondarie chevi daranno un ottima alternativa per fare una pausa dalla trama principale del gioco.
Ad incrementare le sub-quest del gioco vi saranno le sfide che, visionabili nel menù Select, vi porteranno a raccogliere le erbe nascoste nella mappa del mondo di RDR, a uccidere e scuoiare determinate specie di animali ottenendo così la loro pelliccia, e a portare a termine i requisiti necessari per ottenere un vestito.
Nei punti di salvataggio sarà possibile cambiarsi d’abito, ogni vestito possiede una determinata capacità: il Vestito Elegante ( uno dei primi che sbloccherete ) sarà particolarmente importante perché vi permetterà di barare a Poker, premendo Y/triangolo durante una partita a carte infatti, potrete pescare l’ultima carta dal mazza e tenerla in serbo per una buona mano, ma ttenzione, nel farlo dovrete tenere sempre al centro con l’analogico, una freccia che comparirà in basso al centro dello schermo, in caso non doveste riuscirci gli altri giocatori si accorgeranno dell’inganno e vi sfideranno in un duello.

Ma che West sarebbe senza Alcool? Infatti nei Saloon è possibile, avvicinandosi al bancone, far ubriacare il nostro personaggio, oppure, per chi è in cerca di uno svago alternativo, vi è il cinemadove con un modica cifra potrete visionare un simpatico cartone animato.
Anche nel vecchio West sapevano leggere, e quindi Rockstar ha pensato bene di non farsi mancare alcuni ragazzi dei giornali sparsi per le varie città del gioco che vi venderanno quotidiani su cui poter leggere le notizie della giornata che accadono nel mondo di RDR ( spesso potrete leggere anche delle vostre imprese. )

Ancora non vi basta??? Benissimo perché Rockstar ha introdotto un’ arma alternativa, ma efficace, alle armi da fuoco: il lazzo potrà essere usato sia per domare i cavalli selvaggi sia per “domare” i banditi che una volta incaprettati ( legati per bene ) potranno essere caricati sul cavallo e portati direttamente alla prigione della contea più vicina.
Le taglie dei ricercati, i cosiddetti Wanted, sono infatti un’altra delle numerose Sub-quest del titolo: staccando una taglia di un ricercato ci verranno fornite informazioni del punto in cui è stato avvistato l’ultima volta e poi starà a noi scegliere se riportare il ricercato vivo o morto allo sceriffo ( naturalmente vivo vi farà guadagnare più dollari.)

Questo nuovo West sembra non finire ma di stupirci: se per caso dovessimo perderci nel deserto, basterà usare uno degli accampamenti portatili acquistabili in una delle drogherie del paese per montare in poco tempo un piccolo accampamento con tanto di fuoco e tenda dove passare la notte, ma fate attenzione, i banditi sono in agguato.
Percorrendo le numerose strade della grande mappa di gioco incontreremo spesso diversi tipi di personaggi come i già citati sconosciuti e gli uomini inseguiti dai coyote, i banditi che ci attireranno in trappole con loschi tranelli come quello della donna che ha bisogno di aiuto, e i cacciatori d’oro.
Quest’ultimi saranno presi di mira da alcuni banditi che vorranno sottrargli la mappa dell’oro, traendoli in salvo però, sarà possibile acquisire la mappa e scoprire dove si nasconde il tesoro ma…non è tutto oro ciò che luccica, infatti per trovare il tesoro dovremo confrontare il paesaggio di una data zona con i disegni che ci sono sulla mappa: ad esempio mi è capitato di trovare sullamappa una roccia con un cappio che si riferiva ad Hanging Rock ( cioè la roccia dell’impiccato ) e spesso trovare i tesori si rivelerà essere molto più arduo del previsto.

Le splendide atmosfere del vecchio west vengono accompagnate da una musica degna di Morricone che entusiasma ancora di più il giocatore specie durante le sue scorribande o azoni eroiche: compiendo atti eroici e comportandosi bene accresceremo la nostra fama di uomo di legge e avremo diversi benefici dai personaggio buoni ( come gli sconti ai negozi ). Incrementando invece la nostra fama di bandito, potremo ottenere benefici da altri banditi e verremo cacciati dagli uomini di legge diventando così dei fuorilegge con tanto di taglia sulla testa, taglia che può essere diminuita solo portando una lettera di grazia al telegrafo più vicino o portando la somma richiesta dalla vostra taglia. Con una taglia sulla testa saremo dei ricercati e dovremo uscire dalle zone delimitate dalla legge, mostrate sulla mappa da un cerchio rosso ( proprio come la giurisdizione della polizia su GTA ). Se vorremo portare a termine azioni criminose evitando di intaccare il nostro livello dell’onore, potremo indossare la bandana, grazie alla quale sarà possibile commettere crimini riducendo la possibilità di essere riconosciuti.

Il sistema di combattimento ricalca esattamente quello visto in GTA, con un lieve miglioramento nell’ambito delle coperture. Inoltre sarà possibile avvicinarsi ad un nemico e sparargli da vicino facendo partire una piccola cut-scene in cui John punterà il fucile al mento dei nemici e farà fuoco.
Ad aiutarvi nelle fasi più impegnative vi sarà il Dead Eye, un sistema di puntamento che ci permetterà di rallentare il tempo per colpire più parti dei nemici.
Le animazioni sia nei combattimenti che durante i filmati o le sequenze più calme di gameplay, risultano fluidi e curati, tranne che per qualche piccolo glitch in cui il vostro cavallo finirà per incastrarsi: ad esempio mi è capitato di non riuscire più a far smuovere il cavallo da vicino una staccionata perché aveva il muso incastrato in essa.
Nel vecchio West il cavallo è il miglior amico dell’uomo, e nel caso doveste perderlo di vista, vi basterà richiamarlo con un fischio per vederlo arrivare in un baleno.

Mentre in GTA l’esplorazione passava in secondo piano, qui l’esplorazione della mappa di gioco ha un ruolo fondamentale portandoci a scovare nuove specie di animali, di piante e persino nuovi luoghi o città.
Rockstar ha creato un mondo vasto e vivo innovando la formula già vincente vista in GTAcon un risultato veramente strepitoso che farà la gioia di tutti gli appassionati di free roaming.

CAVALCATE IN RETE:

Sul fronte dell’online Red Dead Redemption si presenta in 2 grandi e differenti modalità:

COOPERATIVA:
Potrete creare una banda insieme ai vostri amici e girovagare nel vasto mondo di RDR, portando a termine le missioni o le sotto-missioni della storia. Purtroppo questa modalità ( per via della grandezza del titolo ) risulta dispersiva e porterà i giocatori a dimenticare l’obbiettivo primario ( la missione in corso ) e a massacrarsi fuoriosamente tra loro.

COMPETITIVA:
Questa modalità viene invece impostata come dei match chiusi in stile Uncharted 2, dove troveremo le solite 3 modalità base realizzate ottimamente ( Deatch Match singolo e a squadre e Cattura la bandiera ) e una modalità che porta qualche piccola innovazione: la modalità Gold Rush vede i giocatori sfidarsi per raccogliere il maggior numero possibile di sacchi d’oro, portandoli all’interno di uno dei numerosi forzieri sparsi per la mappa. Ogni giocatore ne può trasportare un massimo di due alla volta, considerando però che ogni sacco va a ridurre la sua velocità.

L’online non è da buttare ma ci aspettiamo qualche miglioramento da parte degli sviluppatori tramite DLC.

WANTED? ASSOLUTAMENTE SI!

Musiche: 90 – Degne di Morricone e capaci di trasportare nelle atmosfere western.
Grafica: 87 –Un comparto grafico fluido e emozionante, un panorama magnifico e un west più vivo che mai!
Giocabilità: 96– Tutto quello che mancava a GTA e anche di più è stato integrato da RDR creando un fre roaming ricco di segreti, missioni e sub-quest.
Longevità: 88– Anche se la storia principale non è all’altezza di quella di GTA IV, le sotto missione saranno capaci di creare una maestosa trama secondaria. L’online e i segreti del gioco allungheranno di molto il vostro soggiorno nel far west di Rockstar.
Online: 85-Ben realizzato ma praticamente privo di innovazione…assolutamente troppo dispersivo in co-op.

Voto Finale: 92/100
Lo Spaghetti Western di Rockstar colpisce nel segno andando a miscelare ad una formula già vincente ( quella di GTA ) nuovi elementi e idee che hanno riscritto su certi fronti l’esperienza free roaming. Il mondo di RDR è un universo ricco e pieno di vita, popolato da animali splendidi da guardare e da villaggi in continuo sviluppo. La maestosità del titolo però rende il gioco parecchio dispersivo facendo dimenticare al giocatore il suo obiettivo primario portandolo a iniziare missioni su missioni senza mai finirne una. Il titolo è una nuova frontiera nell’ambito dei sandbox ma d’altronde chi se non i creatori di GTA, potevano migliorare GTA? L’avventura è consigliata a tutti perché l’emozione di assaltare da soli o in gruppo un treno o una diligenza non ha prezzo, quindi sellate i cavalli e affrettatevi a diventare una leggenda del west, ma state attenti, la forca potrebbe pendere anche per voi!

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: